Causa emergenza Covid-19 le spedizioni sono sospese fino al 14/04/2020
Il diario di Didi

Ma in Cina si festeggia il Natale? – Il diario di Didi

By 20 Dicembre 2019 30 Gennaio, 2020 No Comments

Ma in Cina si festeggia il Natale?

Caro Diario,


quando si avvicina dicembre, le persone mi chiedono sempre: ma in Cina si festeggia il Natale?

Diciamo di sì. O meglio, in Cina il Natale è una festa commerciale, un’altra buona scusa per entrare in un grande magazzino e fare shopping. Prima di arrivare in Italia non ho mai festeggiato il Natale.

Questo giorno è diventato speciale per me da quando ho conosciuto gli amici italiani.

Ogni anno, in questo periodo, vengo accolta da una famiglia diversa e ho l’occasione di visitare diverse parti d’Italia.
La prima volta è stata in Puglia, grazie a Silvia, la mia prima buona amica italiana. Non potrò mai dimenticare il grande affetto che mi ha mostrato la gente del Meridione. Insieme a Silvia abbiamo decorato la casa con le luci comprate dal negozio cinese locale. Infatti, non so lo sapete, la maggior parte degli addobbi natalizi del mondo vengono prodotti, a YiWu, nel sud della Cina. 

Abbiamo mangiato la pasta al forno, riso patate e cozze, pesce: tutte cose buone e genuine. Il problema è che dopo aver mangiato così tanto dovevo rimanere sveglia fino a mezzanotte. Ma noi cinesi, tradizionalmente, non mangiamo mai tardi e andiamo a letto presto.

E dopo tanto mangiare e l’accompagnamento di un buon vino, sono vergognosamente crollata sul divano.

Non ricordo bene come, ma quando mi svegliai avevo in mano una piccola scultura: io non potevo saperlo, ma quello era Gesù bambino! Tutti erano lì a guardarmi mentre io, impacciata, non sapevo cosa fare. Tutti mi dissero: portalo nel presepe, a mezzanotte nascerà Gesù bambino! Così, intontita dal sonno e un po’ confusa, scoprii cosa fosse il presepe. Ho capito che in Italia il presepe è un’istituzione culturale rispettata sia da persone religiose che laiche. Infatti i presepi sono molto belli e tutti possono apprezzarne la bellezza. 

In un’altra occasione ho passato il Natale con un’amica che aveva più di settant’anni, un cane e un gatto. Eravamo solo io e lei e ricordo che dopo la cena ci siamo sedute davanti al camino e la mia amica decise di leggermi dei passi scelti dalla Bibbia.

 

Ma in Cina si festeggia il Natale? - Il diario di Didi © jijide

Ma in Cina si festeggia il Natale? – Il diario di Didi © jijide

 

A volte è anche capitato di passare il Natale da sola.

L’atmosfera sospesa della città vuota e illuminata da lucine colorate era per me inedita. Mentre tutti erano in casa con la famiglia, ho spento tutte le luci e ho acceso una candela.

Guardando la piccola fiamma pensavo: chissà quante persone come me si trovano in una terra nuova, lontano dai tutti i loro cari. Questa condizione di estraniamento è comune a tante persone nel mondo, fa parte della condizione moderna degli esseri umani. Dentro questa grande consapevolezza attraversare la mia piccola solitudine è stata meno difficile. 

E questo Natale dove andrò? Beh, lo dico subito: quest’anno tornerò di nuovo al Sud e trascorrerò il Natale in Sicilia con la famiglia del mio fidanzato. Sono un po’ nervosa, ma ho anche l’acquolina in bocca. Dicono che in Sicilia una cena natalizia può durare tante ore. Ma insomma, sono pronta a tutto, l’esperienza di un altro Natale vagabondo non mi spaventa più di tanto.

Buon Natale anche a te caro Diario!

 

Il diario di Didi raccoglie le avventure di una ragazza cinese in Italia. Didi ha studiato belle arti a Milano e ha vissuto diversi anni in varie città italiane dal nord al sud Italia, ma è ancora molto curiosa di scoprire e capire l’Italia. Ha un cagnolino zoppo che si chiama Amao che ha incontrato su una spiaggia. Ama la natura ed è molto sensibile ai cambiamenti stagionali.
Segui il diario di Didi e riscopri la 
cultura italiana da una prospettiva orientale.

Ottieni subito il 10% di sconto 😍

* campi obbigatori